Blue Flower

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il Prix benevol Grigioni è un riconoscimento per le attività volontarie e non retribuite nei settori sport, salute/previdenza sociale, politica/economia, cultura/formazione/tempo libero, natura e ambiente, chiesa/comunità. Vengono premiate associazioni e organizzazioni che si sono distinte per le attività di grande successo svolte nel settore del volontariato a favore della collettività. La cerimonia di premiazione è organizzata in collaborazione con la Scuola universitaria professionale dei Grigioni

La nostra Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo si è candidata al Prix Benevol Grigioni 2020.

Vantaggi per la nostra organizzazione
In occasione del giorno della cerimonia di premiazione che avrà luogo il 5 dicembre 2020 alle ore 10.00 nell'aula magna della Scuola universitaria professionale dei Grigioni di Coira avremo la possibilità di presentare la nostra organizzazione e il suo impegno presso uno stand. Abbiamo la possibilità di allacciare contatti e di dare vita a uno scambio di esperienze con altre organizzazioni che si occupano di volontariato. Oltre ai premi in denaro per il vincitore e ai premi di riconoscimento, grazie alla copertura mediatica tutte le organizzazioni ricevono una preziosa piattaforma per la comunicazione e il reclutamento di nuovi volontari.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dalla Moldavia ci è arrivata la richiesta di ulteriori mascherine

La Moldavia non ha ancora raggiunto il picco dell’epidemia e i dati sono sicuramente molto di più di quelli ufficiali (a oggi 8'000 infezioni, 4'000 ricoverati e 400 morti) Siccome è difficile trovare le mascherine sul mercato, nelle ultime 3 settimane  abbiamo comperato una stampante 3D e ci siamo messi a stampare un kit professionale come vedete dalle foto.

 

Dispositivo di protezione antivirus con filtro FAP02

 

Kit completo con istruzioni per il montaggio

 

Stampante 3 D Prusa i3 MK3S

Stampando giorno e notte siamo arrivati a 100 Kit: In considerazione dell’urgenza abbiamo chiarito come spedire celermente tutto il materiale. Sono circa 20 kg la cui spedizione ci costa 328 CHF. Il materiale impiegato per la stampa è di circa 750 CHF. Il valore attuale di ogni Kit professionale sul mercato si aggira attorno ai 30-40 CHF. Il valore della merce è quindi di circa 3’000-4'000 CHF.

Il picco in Moldavia non è ancora stato raggiunto.

Speriamo che l'operazione (con il vostro contributo) possa salvare qualche vita umana in più.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Chisinau, 26 mar 10:05 - (Agenzia Nova) - Sono entrate in vigore da oggi nella Moldova nuove restrizioni volte a contenere la diffusione del coronavirus. Lo riferisce l'agenzia di stampa moldava "Moldpres"

Oltre a limitare l'accesso ai parchi ed ai campi sportivi dell'intera popolazione, gli anziani in età superiore ai 63 anni sono costretti a restare in casa, ad eccezione degli spostamenti per motivi professionali, per fare la spesa o per ricevere assistenza medica. Per controllare che siano rispettate le nuove misure restrittive saranno coinvolte sia la polizia che le Forze armate.

Senza pensare che sarebbe scoppiata la pandemia di coronavirus avevamo inviato 1000 mascherine in Moldavia

 La diffusione è esponenziale come da noi e speriamo che le autorità riescano a contenere la pandemia, perché la Moldavia è molto esposta, considerate le scarse e modeste strutture sanitarie.

Diffusione dei casi positivi al coronavirus il 27 marzo 2020 in Moldavia

Edu Eduard ci ringrazia tantissimo per le 1000 mascherine che può distribuire negli ospedali e nella case di cura.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Cari membri, volontari e sostenitori dell’Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo,

Purtroppo per le contingenze che conoscete


siamo costretti a rimandare l'Assemblea IUVP che era prevista per

  • venerdì 20 marzo 2020
  • ore 20:00
  • al Ristorante Agriturismo Miravalle, 7743 Brusio

Nell’attesa di incontrarvi in tempi migliori,  Vi ringraziamo per il Vostro sostegno.


 

Il Comitato

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Cari membri, volontari e sostenitori dell’Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo,
siamo lieti di invitarvi all’assemblea generale IUVP 2020 che si terrà

  • venerdì 20 marzo 2020
  • ore 20:00
  • al Ristorante Agriturismo Miravalle, 7743 Brusio

Ordine del giorno:

  • 1. Saluto del presidente
  • 2. In memoria del Presidente Onorario Andrea Compagnoni
  • 3. Nomina degli scrutinatori
  • 4. Lettura protocollo dell’8 marzo 2019
  • 5. Rapporto del presidente
  • 6. Rapporto responsabile logistica
  • 7. Rapporto del cassiere e dei revisori
  • 8. Nomine statutarie
  • 9. Attività previste per il 2020
  • 10. Varie ed eventuali

Vi ricordiamo che basta versare un minimo contributo per essere soci della nostra Associazione e che il contributo è detraibile dalle imposte, perché siamo riconosciuti dal Cantone dei Grigioni con il numero 1326.

Nell’attesa di incontrarvi Vi ringraziamo per il Vostro sostegno.

Il Comitato

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Interventi umanitari Valposchiavo      
               
      Bilancio al 31 dicembre 2019  
               
ATTIVI           Fr. Fr.
               
Conto cassa franchi         114.45
Conto risparmio Banca Cantonale Grigione     1’101.89
Conto per associazioni Banca Cantonale Grigione   11’647.50
              12’863.84
Conto cassa Euro     EURO 39.20 à 1.10 43.10
               
Totale attivi circolanti         12’906.94
               
PASSIVI            
               
Patrimonio al 31.12.2018       14’258.29  
Diminuzione nel 2019       1’351.35  
Patrimonio al 31.12.2019         12’906.94
               
ENTRATE             Fr.
               
Donazioni           20’228.20
Donazioni per nostre prestazioni       3’254.00
Disavanzo           1’351.35
               
              24’833.55
               
USCITE         CHF EURO Fr.
               
Trasporto in Moldavia   gennaio   2’950.00 3’385.10
Trasporto in Romania   febbraio   2’550.00 2’958.00
Contributi a Don Orione e Suore, Bucarest   5’100.00 5’903.25
Trasferta in Romania   marzo     763.40
Operazioni doganali CH-ITA     1’425.28 1’638.55
Trasporto e dogana Moldavia settembre 3’050.00 3’393.10
Affitto locale Campascio         1’200.00
Spese garage rimorchio         414.20
Noleggio bus per raccolta         726.00
Diverse altre spese         4’451.95
               
              24’833.55
               
               
            Il cassiere:  
            Achille Olgiati  

 

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Mercoledì 8 gennaio 2020, all'età di 91 anni, è deceduto all’Ospedale di Samedan. Aveva ancora partecipato a una riunione con il pastore moldavo Edu Eduard poche settimane prima per discutere su come proseguire il nostro aiuto alla Moldavia. Con il suo berretto e camice bianco, il suo umorismo e comportamento da gentiluomo inglese, Andrea era conosciuto da tutti ed era diventato un punto di riferimento per l’impegno sociale e umanitario della Valposchiavo e della Val Bregaglia.

Andrea Compagnoni davanti ad un autotreno carico di merci per la Romania

Dotato di generosità, altruismo e coraggio, si distingueva per la sua disponibilità, ma anche per la sua autorevolezza e la sua capacità di trascinare gli altri a impegnarsi socialmente . Nato a Londra in Inghilterra il 5 ottobre 1928 ebbe un’infanzia difficile senza il padre. La mamma, maestra di francese in Inghilterra , ammalata, decise di rientrare in patria all’inizio della seconda guerra mondiale.

Accolto dalla famiglia dei nonni, perse dopo poco tempo anche la madre. Fu accolto da uno zio senza figli che faceva il sellaio e l’agricoltore. Dovette imparare in fretta l’italiano per continuare la scuola a Poschiavo e lavorare sodo nell’azienda agricola dello zio. Dal 1944 al 1949 si trasferì a Stein am Rhein, come sellaio, da un padrone severo, che produceva per l’esercito. Il 22 febbraio 1945, Stein am Rhein fu erroneamente bombardato dai bombardieri americani. Ci furono diversi morti e feriti. Andrea rimase miracolosamente illeso, ma questo episodio di guerra lo segnò profondamente. Il suo impegno sociale per alleviare le sofferenze dei sopravvissuti alle guerre, alle vittime dei terremoti, ai poveri in generale, con particolare riguardo ai bambini è probabilmente dovuto a queste esperienze della sua infanzia ed adolescenza.

Stein am Rhein 1945

I terremoti in Italia segnano l’inizio degli interventi umanitari

Già nel 1968 con il terremoto del Belice con oltre 370 vittime Andrea ha organizzato i primi interventi dalla Svizzera. Dopo il terremoto in estate ha portato oltre 20 bambini orfani dal Belice a passare l’estate a Poschiavo. Un’impresa impossibile senza l’aiuto instancabile e silenzioso della moglie Agnese.

Ma l’inizio di un’attività veramente importante è avvenuta nel 1976. Il 6 maggio di quell’anno un terremoto distrusse molti comuni della provincia di Udine e della provincia di Pordenone nel Friuli. La regione fu sconvolta da questo terribile terremoto di magnitudo 6.4, che portò distruzione e morte in tutta la regione.

Andrea fu subito sul posto ad aiutare e ricostruire. Altre scosse in parte ancora più forti, avvenute 4 mesi dopo, l’11 e il 15 settembre, fecero crollare tutto quanto ricostruito nei mesi precedenti. Andrea con la sua proverbiale tenacia e caparbietà non si lasciò scoraggiare e all’insegna del suo motto “mola miga al mazz”, organizzò diversi volontari poschiavini e altri grigionesi, per partecipare alla ricostruzione. Una via della periferia di Avasinis, che conduce a sette casette costruite con l’aiuto dei poschiavini e grigionesi, venne intitolata Coira. Le casette furono molto preziose, specialmente nei primi anni dopo il terremoto: una di esse porta il nome “Poschiavo”. La casetta “Poschiavo” fu finanziata interamente con collette raccolte in Valle Poschiavo e Bregaglia.

Casetta chiamata Poschiavo ad Avasinis

Onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana

Per questa attività di aiuto alle popolazioni terremotate in Italia, con decreto di Roma, in data 27 dicembre 1986, il Presidente della Repubblica Italiana Cossiga conferisce l’Onorificenza di Cavaliere al Signor Andrea Compagnoni in considerazione delle sue particolari benemerenze ed è stato iscritto nell’Elenco dei Cavalieri esteri al No. 14, Serie IV .

 

Le guerre Iugoslave portano Andrea nei Balcani

La morte di Tito in Jugoslavia nel 1981, ha provocato una serie di conflitti tra il 1991 e il 2001 che segnano la fine della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia e la nascita di molti piccoli stati.

Le ragioni di queste guerre sono molte: nazionalismo nelle diverse repubbliche Serbia, Croazia, Kosovo e in misura minore anche in Slovenia, ragioni economiche degli stati nell’entroterra che volevano uno sbocco sul mare, le ambizioni personali dei leader politici e militari che avevano trovato l’occasione per profilarsi, e non da ultimo le contrapposizioni frontali delle diverse religioni e etnie. Questa miscela di condizioni sono sfociate in conflitti brutali e complessi.

Con l'invasione delle truppe serbe nella Krajina in Croazia, 30'000 profughi cercarono rifugio nella città di Pula situata sulla punta meridionale della vicina penisola dell'Istria. Pula, una città di 80’000 abitanti, dato la sua posizione strategica, era una volta città di guarnigioni militari, possedeva perciò alcune grosse caserme adatte per accogliere in parte la fiumana di profughi giunti inaspettatamente. Evidentemente si creò un serio problema di sostentamento come pure di assistenza a tutti i profughi.

Andrea, con i suoi volontari, organizza l’aiuto ai profughi di Pula, che scappavano dalle bombe e trovavano rifugio in quelle grandi caserme. Mancavano letti, materassi, coperte, viveri, medicinali, giocattoli per i bambini. Andrea visitava i profughi, raccoglieva i bisogni e tornava con materiale e volontari per sistemare impianti elettrici, idraulici e riparare i tetti. Nei suoi racconti c’era sempre l’immagine della bambina Iwanka, rimasta orfana e finita insieme ai profughi della guerra in una caserma a Pula. Iwanka attendeva sempre l’arrivo dei volontari IUVP a cui si era affezionata. Oggi non sappiamo dove sia Iwanka, ma sappiamo che Andrea ha contribuito ad alleviare le sue sofferenze.

Profuga serba in fuga dalla Krajina

La nascita dell’Associazione Interventi umanitari Valposchiavo (IUVP)

A seguito di questi numerosi interventi che necessitano di una gestione amministrativa e finanziaria notevole, il 12 aprile 1993 viene fondata l’Associazione Interventi umanitari Valposchiavo (IUVP), con lo scopo di sostenere e realizzare progetti di aiuto umanitario nel campo sociale, in caso di catastrofi naturali, di conseguenze di eventi bellici e altre situazioni di emergenza.

Il simbolo rappresenta due persone che si tendono la mano

Andrea diventa presidente di questa organizzazione non profit, riconosciuta anche dal Canton Grigioni, per cui i contributi versati a favore dell’Associazione possono essere detratti dal reddito. Per diventare soci basta versare un contributo a propria discrezione. (Ulteriori informazioni sul sito www.iuvp.ch). L’Associazione ora conta più di 350 soci e molti volontari. Terminate le guerre nei Balcani, l’attività di Andrea continua in Croazia con l’aiuto alle famiglie che accolgono gli orfani di guerra. Ogni anno Andrea raccoglie materiale in Svizzera e con i volontari lo porta a destinazione.

La caduta del comunismo in Romania e Moldavia

Dopo la caduta del comunismo, anche in Romania e Moldavia si apre un nuovo fronte d’intervento. Gli aiuti diventano sempre più voluminosi e lontani. Ogni anno,dal grosso magazzino di Campascio della ditta Iseppi, partono fino a 6 autotreni di materiale vario, raccolto in Svizzera negli appartamenti, negli alberghi, nelle scuole. Il materiale non più usato, ma ancora in buono stato, che altrimenti sarebbe finito in discarica si rivela prezioso negli stati poveri dell’est, negli ospedali, nelle case anziani, nelle scuole, nelle case per gli orfani. Dopo 23 anni di grandissimo impegno, a 88 anni, ritenendo che la società avesse raggiunto solidità e una buona organizzazione, Andrea decide di passare il testimone a nuove forze. Nell’Assemblea avvenuta il 26 febbraio 2016, Andrea Compagnoni lascia la presidenza.

L’assemblea riconoscente lo nomina presidente onorario. Seguirà sempre con attenzione e per quanto le forze glielo consentono, l’attività dell’Associazione.

 

In occasione dei 40 anni dal terremoto in Friuli, Andrea Compagnoni riceve un Attestato di riconoscenza dal Presidente della Regione autonoma Friuli Venezia e Giulia Debora Serracchiani

 

6 maggio 2016 a Trasaghis, da destra in prima fila: Sindaco di Trasaghis Augusto Picco, sindaco nel 1976 Ivo Del Negro, presidente della Regione autonoma Friuli Venezia e Giulia Debora Serracchiani, Andrea Compagnoni con la nipote Alessia e una delegazione di Interventi Umanitari Valposchiavo

Ancora a 89 anni, costruisce un mungitoio per capre particolare secondo le sue esperienze e lo porta con il suo piccolo bus, assieme ad altro materiale, in Moldavia, per insegnare ad alcuni contadini moldavi la sua tecnica di mungitura.

 

Caro Andrea, grazie per la perseveranza in quest’impresa. Senza la tua tenacia non avremmo fatto nulla.

PS:

Il rito funebre con la deposizione dell'urna, si terrà sabato 18 gennaio 2020 nella Chiesa Evangelica di Poschiavo.

Per chi volesse contribuire alla continuazione di questa opera umanitaria:
Per contributi o donazioni:

Banca Cantonale Grigione
7001 Coira
IBAN: CH83 0077 4000 3624 9000 0
Interventi Umanitari Valposchiavo
7742 Poschiavo
Conto 70-216-5

Per donare materiale o merce in buono stato:
Telefono 081 844 11 01 (Roberto Crameri, San Carlo)
Telefono 081 846 55 25 (Severino Passini, Brusio)
Telefono 081 824 33 65 (Rodolfo Maurizio, Maloia)

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

CONSEGNA ARANCE E LIMONI BIO

Le arance e i limoni bio sono in viaggio dalla Sicilia. Ne sono state ordinate più di 1000 kg.
Sabato 11 gennaio 2020 ve le consegniamo personalmente a domicilio.

Ringraziamo tutti del sostegno a questa iniziativa e per la consueta generosità con contributi per le raccolte di merce e in denaro.
Interventi Umanitari Valposchiavo, Banca Cantonale Grigionebre> Conto 70-216-5, IBAN CH83 0077 4000 3624 9000 0

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vendita arance e limoni bio

Sull’esempio del Gruppo ecumenico d’aiuto umanitario in Bregaglia, che collabora con noi, organizziamo una vendita di

  • arance biologiche a CHF 45 / 10 kg
  • limoni biologici a CHF 10 / 3 kg.

La ditta Iseppi Frutta SA ci offre i frutti al prezzo di costo. Il guadagno andrà a favore dell’aiuto umanitario.

  • Quantità minima: 5 kg arance, 3 kg limoni
  • Ordinazioni: entro venerdì 20 dicembre 2019
  • Termine di consegna: sabato 11 gennaio 2020

Ordinazioni a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure telefonicamente o tramite Whats App:

  • Livio Mengotti 078 / 649 00 95
  • Antonio Cattaneo 079 / 260 89 11
  • Achille Olgiati 081 / 844 07 77
  • Assunta Paganini-Capelli 079 / 440 37 11
  • Severino Passini 081 / 846 55 25
  • Roberto Crameri 081 / 844 11 01
  • Paolo Zala 081 / 846 57 77
  • Ferdinando Zanetti 078 / 679 88 52

Ringraziamo tutti del sostegno a questa iniziativa e per la consueta generosità con contributi per le raccolte di merce e in denaro.
Interventi Umanitari Valposchiavo, Banca Cantonale Grigione
Conto 70-216-5, IBAN CH83 0077 4000 3624 9000 0

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il 30 novembre 2019 abbiamo incontrato il pastore battista Eduard Edu, il nostro referente in Moldavia e Bruno Frey dell’associazione svizzera Hoffnungsträger Ost, con la quale Eduard Edu collabora.

A questo incontro è stato invitato anche il nostro socio onorario Andrea Compagnoni. Con Eduard e Bruno abbiamo parlato in inglese e in tedesco di una ottimizzazione della nostra attività in Moldavia. Ora Edu Eduard è sostenuto dall’associazione svizzera Hoffnungsträger Ost e quindi può distribuire meglio il materiale che gli spediamo.

Sulla sinistra il nostro presidente onorario Andrea Compagnoni, da destra verso sinistra Bruno Frey e Eduard Edu

Il 1. dicembre il pastore Eduard, con Bruno Frey, ha partecipato al culto ecumenico ed è stato presentato alla Comunità Riformata della Valposchiavo.

Dopo aver visitato il nostro magazzino, Eduard rientrerà in Moldavia e inizierà l’organizzazione della distribuzione del materiale che gli invieremo in gennaio 2020.

 

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

10 settembre 2019 - Spediamo all'UNIUNE de le CHIESE CRISTIANE EVANGHELICI BATTISTI di MOLDAVIA, via S.Lazo 27/2, 8'726 kg di materiale

Ecco la descrizione del materiale:

 

No. Descrizione Colli  kg al pz. Tot.kg Euro al pz. Tot.Euro
               
1 Letto singolo 13 40 520 5 65
2 Letto doppio 2 70 140 5 10
3 Materasso semplice 23 21 483 5 115
4 Comodini   8 15 120 5 40
5 Comò   1 31 31 5 5
6 Comò con specchio 1 38 38 6 6
7 Armadio camera 2 65 130 5 10
8 Armadio salotto 1 85 85 5 5
9 Piccoli mobili 8 18 144 5 40
10 Divano   4 70 280 5 20
11 Poltrone   11 30 330 5 55
12 Sedie   15 5 75 4 60
13 Tavoli   13 45 585 5 65
14 Biciclette   1 7 7 5 5
15 Biciclette bambini 1 4 4 5 5
16 WC   3 12 36 5 15
17 Scatole stoviglie 25 18 450 1 25
18 Scatole indumenti 210 15 3150 1 210
19 Scatole giocattoli 10 6 60 3 30
20 Lavatrice   1 110 110 5 5
21 Letto con motore elettrico 1 185 185 10 10
22 Letto per massaggi 1 85 85 10 10
23 Appendi abiti con specchio 1 42 42 5 5
24 Doccia   1 24 24 5 5
25 Banchi scuola elementare 65 30 1950 5 325
26 Sedie scuola elementare 82 10 820 2 164
27 Tavoli macchine da cucire 3 20 60 5 15
28 Proiettori scuola 3 15 45 5 15
               
  TOTALE   464   8726   1110

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

12 agosto 2019 - La scuola elementare di Oberengstringen cambia i tavoli e le sedie. La direzione scolastica ci darà un contributo di 1000 CHF per portare il materiale in Moldavia al gruppo scout del pastore Eduard Edu.

I tavoli e le sedie verranno lisciati e rivernicitai dal gruppo scout e consegnate ad alcune scuole in Moldavia.

I tavoli e le sedie verranno lisciati e rivernicitai dal gruppo scout e consegnate ad alcune scuole in Moldavia.

 

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Riceviamo la testimonianza da Don Valeriano Giacomelli, sacerdote che si trova a Iasi nel Centro Don Orione di Voluntari.

L’Associazione “Don Orione” ha come fine specifico il sostegno, tramite centri specializzati e progetti mirati, di tutte quelle persone che per il loro essere diversamente abili, anziani, orfani, persone in stato di grande povertà (materiale, umana o spirituale che sia), etc, non sono in grado di avere una vita dignitosa

In una casa a parte c’è infatti un Centro di aiuto ad alcolisti anche in regime residenziale; c’è un’attività con un agglomerato di zingari che vive nelle vicinanze e per i loro bambini è stato aperto un asilo, con la collaborazione delle Suore di Maria Bambina; c’è un oratorio con iniziative e ambienti sportivi aperti ai ragazzi delle vicinanze; c’è anche una casetta con un piccolo nucleo di giovani in difficoltà e bisognosi di aiuto; inoltre, Don Valeriano Giacomelli cura la pastorale degli italiani di Iasi e dintorni, molto numerosi. 

Interventi Umanitari Valposchiavo (IUVP) ha donato 4'500 € per aiutare a costruire la nuova stalla di asini che serve per la terapia ai bambini autistici.

La vecchia stalla era una costruzione provvisoria, troppo vicina alle abitazioni di un condominio, per cui si imponeva la necessità di costruirne una nuova.

Vecchia stalla provvisoria

Grazie anche al nostro (vostro) contributo è stato possibile costruire una nuova stalla, moderna e solifda, lontana dagli edifici abitati:

 

 In questa nuova stalla, con l'aiuto di bambini autistici e delle ragazze orfane, vengono allevati asini, maiali, capre

Vicino alla stalla si è potuto realizzare anche una coltivazione bio in serra

 Don Valeriano ci ringrazia ed esprime tutta la gratitudine del Centro Don Orione verso Interventi Umanitari ValPoschiavo (IUVP). Ci scrive: "abbiamo ancora tante cose da fare e speriamo continuate ad esserci accanto."

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L' ASSEMBLEA 2019 si è tenuta venerdì, 8 marzo 2019, ore 20:00, all'Albergo Crameri, 7741 San Carlo con la partecipazione di un numeroso pubblico

Dopo l'introduzione  del presidente che ha salutato in particolare una delegazione venuta dalla Bregaglia e dall'Italia,  è stato letto il protocollo dell'assemblea del  23.02.2018.

Per l'occasione della festa della donna, ad ogni partecipante è stato donato un dipinto originale e diverso fatto da Eliana Fanconi

I rapporti del presidente, dei responsabili della logistica, del cassiere e dei revisori sono stati accettati all'unanimità.

Per le attività previste per il 2019 sono emerse numerose osservazioni da parte dei presenti che hanno fatto anche alcune proposte interessanti.

Per i problemi dovuti allo sdoganamento della merce non si darà più la priorita alla raccolta di materiale ingombrante, ma l'attenzione sarà posta sulla raccolta di materiale particolare richiesto dalle organizzazioni in Romania e Moldavia.

Il Comitato

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Durante il mese di dicembre 2018 in tutta la Val Bregaglia il Gruppo ecumenico d’aiuto umanitario ha raccolto le tradizionali ordinazioni delle arance.

Sono state ordinate ben 118 cassette à 10 kg, per un totale di 1180 kg. A metà gennaio il Gruppo ha distribuito a domicilio le arance biologiche provenienti dalla Sicilia. Le arance erano di ottima qualità e sono state molto apprezzate. Il ricavato (fr. 2’626.-) è stato devoluto alla nostra associazione Interventi Umanitari ValPoschiavo (IUVP).

L’azione si è tenuta in collaborazione con Soroptimist Engiadina e con la ditta L. Giuriani + Co. frutta e verdura di Castasegna.

Cogliamo l’occasione per ringraziare il Gruppo ecumenico d’aiuto umanitario e tutta la popolazione della Bregaglia per il loro sostegno.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dopo molte difficoltà finalmente riusciamo ad aiutare la chiesa cristiana evangelica battista di Chisinau in Moldavia

Dopo il crollo dell'Unione Sovietica e la dichiarazione di indipendenza della Moldavia (del 27 agosto 1991), le autorità moldave  hanno rimosso praticamente tutte le restrizioni a cui erano sottoposte le chiese. Ciò ha permesso ai cristiani evangelici di predicare apertamente, organizzare opere per aiutare le famiglie povere con bambini e giovani. Scoraggiati dai valori del vecchio sistema e in un vuoto spirituale, la gente ha iniziato a frequentare le chiese e ad aiutarsi a vicenda.

Tramite la chiesa cristiana evangelica battista di Chisinau siamo riusciti a inviare un autotreno di merce raccolta nella nostra regione che è stata distribuita alle famiglie povere.

Ecco alcuni dei mobili appena scaricati per diverse famiglie

 

Particolarmente apprezzate le stampelle date a un giovane che ha perso una gamba

 

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Bilancio e conto economico IUVP 2018


ATTIVI           Fr.   Fr.
Conto cassa franchi           164.90
Conto risparmio Banca Cantonale Grigione       1’065.39
Conto per associazioni Banca Cantonale Grigione     12’926.30
Conto cassa Euro     EURO 89.20 à 1.14   101.70
                 
Totale attivi circolanti           14’258.29
                 
PASSIVI              
Patrimonio al 31.12.2017       2’988.10    
Aumento nel 2018       11’270.19    
Patrimonio al 31.12.2018           14’258.29
                 
ENTRATE               Fr.
Donazioni             18’896.05
Donazioni per nostre prestazioni         5’860.00
                 
USCITE         CHF EURO   Fr.
Trasporto in Romania   febbraio   2’550.00   3’002.65
Trasporto in Romania   maggio   2’800.00   3’297.00
Trasferta in Romania   aprile, giugno     1’377.00
Affitto locale Campascio           1’200.00
Spese riparazione, copertoni, freni rimorchio       1’504.50
Diverse altre spese           3’104.71
Avanzo               11’270.19
                 
                24’756.05
            Il cassiere:    
            Achille Olgiati    

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA 2019

Stimati membri e sostenitori dell’Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo

Siete gentilmente invitati all' Assemblea generale Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo 2019

che si terrà:

  • venerdì, 8 marzo 2019, ore 20:00
  • Albergo Crameri, 7741 San Carlo

 

I.  TRATTANDE STATUTARIE

Ordine del giorno:

1. Saluto del presidente

2. Nomina degli scrutinatori

3. Lettura protocollo del 23.02.2018

4. Rapporto presidente

5. Rapporto responsabile logistica

6. Rapporto del cassiere e dei revisori

7. Attività previste per il 2019

8. Varie ed eventuali

Il Comitato

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Agli Amici di Interventi Umanitari Valposchiavo,

Tengo ancora a ringraziarvi per gli aiuti che ci avete mandato che, come avevo scritto, sono andati a beneficio di più enti: i nostri ospiti; gli ospiti delle suore di Madre Teresa di Calcutta; gli ospiti di un Centro di recupero fisioterapico situato a Barticesti, nella regione della Moldavia e gestito da sacerdoti diocesani; molte famiglie di bisognosi.

Mi rivolgo nuovamente a voi nella speranza che le raccolte ottenute grazie alle vostre tante iniziative possano permetterci di portare a termine due progetti che ci stanno a cuore, progetti che già parzialmente abbiamo realizzato con l'aiuto di altri benefattori.

Come sapete il nostro Centro ospita persone anziane, diverse di loro sono nipoti o pronipoti di italiani che vennero nell’allora “Eldorado” romeno alla fine dell’ottocento e nel periodo interbellico. Oltre agli anziani ospitiamo anche bambini e giovani diversamente abili, molti dei quali con problemi di autismo. Negli anni abbiamo anche aperto un centro diurno per bambini autistici e con altre patologie per poter aiutare le famiglie con figli affetti da tali malattie. A questo riguardo abbiamo sviluppato un progetto di pet therapy con l’ausilio di asini e caprette che sta dando ottimi risultati. La necessità ora è quella di spostare e ingrandire la stalla in quanto è divenuta piccola ed è troppo a ridosso del Centro. A causa di questo i normali odori, sgradevoli, vanno a disturbare gli ospiti e i vicini che hanno degli uffici prospicienti la stalla e che ci hanno denunciato.

Inoltre, come sacerdoti orionini, ci siamo occupati della cura pastorale, ma non solo, degli italiani residenti in Romania, sia etnici che di nuovo arrivo. Questo tramite le celebrazioni dei sacramenti, negli anni si è arrivati a far si in ben cinque città della Romania vi sia la celebrazione domenicale in Italiano. Abbiamo portato avanti dei progetti di aiuto ad italiani in con difficoltà economiche, seguiamo i carcerati italiani con visite e sostegni vari, abbiamo sviluppato in collaborazione con gli addetti culturali e i lettori delle varie università romene dei progetti culturali, ecc.

Quest’anno, all'interno del Centro, abbiamo quasi terminato di ristrutturare una casetta, grazie anche a dei volontari venuti dall'Italia e a molte famiglie che frequentano la catechesi e le celebrazioni liturgiche. Tale edificio verrà utilizzato per le attività oratoriali aperte sopratutto agli italiani, ma anche ai romeni della zona. Desideriamo far si che il progetto oratorio divenga uno strumento di educazione, ma anche di inclusione.

Alcuni lavori, come accennavo sono già stati fatti, ma avremmo bisogno anche del vostro contributo per poter terminare il tutto.

Questo è quanto siamo riusciti a portare a termine:

  • 1. Strada di accesso e piattaforme per la stalla
  • 2. Edificio dedicato alle attività oratoriali.

Questo è quanto dobbiamo fare confidando nel vostro sostegno:

  • 1. Smontaggio, rimontaggio, ampliamento della stalla.
  • 2. Realizzazione dei terreni da pallavolo, pallacanestro e calcetto.

 

Auguro a tutti ogni bene e vi ringrazio anticipatamente per quanto riuscirete a fare!

Don Valeriano Giacomelli.