Blue Flower

Vendita arance e limoni bio

Sull’esempio del Gruppo ecumenico d’aiuto umanitario in Bregaglia, che collabora con noi, organizziamo una vendita di

  • arance biologiche a CHF 45 / 10 kg
  • limoni biologici a CHF 10 / 3 kg.

La ditta Iseppi Frutta SA ci offre i frutti al prezzo di costo. Il guadagno andrà a favore dell’aiuto umanitario.

  • Quantità minima: 5 kg arance, 3 kg limoni
  • Ordinazioni: entro venerdì 20 dicembre 2019
  • Termine di consegna: sabato 11 gennaio 2020

Ordinazioni a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure telefonicamente o tramite Whats App:

  • Livio Mengotti 078 / 649 00 95
  • Antonio Cattaneo 079 / 260 89 11
  • Achille Olgiati 081 / 844 07 77
  • Assunta Paganini-Capelli 079 / 440 37 11
  • Severino Passini 081 / 846 55 25
  • Roberto Crameri 081 / 844 11 01
  • Paolo Zala 081 / 846 57 77
  • Ferdinando Zanetti 078 / 679 88 52

Ringraziamo tutti del sostegno a questa iniziativa e per la consueta generosità con contributi per le raccolte di merce e in denaro.
Interventi Umanitari Valposchiavo, Banca Cantonale Grigione
Conto 70-216-5, IBAN CH83 0077 4000 3624 9000 0

Il 30 novembre 2019 abbiamo incontrato il pastore battista Eduard Edu, il nostro referente in Moldavia e Bruno Frey dell’associazione svizzera Hoffnungsträger Ost, con la quale Eduard Edu collabora.

A questo incontro è stato invitato anche il nostro socio onorario Andrea Compagnoni. Con Eduard e Bruno abbiamo parlato in inglese e in tedesco di una ottimizzazione della nostra attività in Moldavia. Ora Edu Eduard è sostenuto dall’associazione svizzera Hoffnungsträger Ost e quindi può distribuire meglio il materiale che gli spediamo.

Sulla sinistra il nostro presidente onorario Andrea Compagnoni, da destra verso sinistra Bruno Frey e Eduard Edu

Il 1. dicembre il pastore Eduard, con Bruno Frey, ha partecipato al culto ecumenico ed è stato presentato alla Comunità Riformata della Valposchiavo.

Dopo aver visitato il nostro magazzino, Eduard rientrerà in Moldavia e inizierà l’organizzazione della distribuzione del materiale che gli invieremo in gennaio 2020.

 

 

10 settembre 2019 - Spediamo all'UNIUNE de le CHIESE CRISTIANE EVANGHELICI BATTISTI di MOLDAVIA, via S.Lazo 27/2, 8'726 kg di materiale

Ecco la descrizione del materiale:

 

No. Descrizione Colli  kg al pz. Tot.kg Euro al pz. Tot.Euro
               
1 Letto singolo 13 40 520 5 65
2 Letto doppio 2 70 140 5 10
3 Materasso semplice 23 21 483 5 115
4 Comodini   8 15 120 5 40
5 Comò   1 31 31 5 5
6 Comò con specchio 1 38 38 6 6
7 Armadio camera 2 65 130 5 10
8 Armadio salotto 1 85 85 5 5
9 Piccoli mobili 8 18 144 5 40
10 Divano   4 70 280 5 20
11 Poltrone   11 30 330 5 55
12 Sedie   15 5 75 4 60
13 Tavoli   13 45 585 5 65
14 Biciclette   1 7 7 5 5
15 Biciclette bambini 1 4 4 5 5
16 WC   3 12 36 5 15
17 Scatole stoviglie 25 18 450 1 25
18 Scatole indumenti 210 15 3150 1 210
19 Scatole giocattoli 10 6 60 3 30
20 Lavatrice   1 110 110 5 5
21 Letto con motore elettrico 1 185 185 10 10
22 Letto per massaggi 1 85 85 10 10
23 Appendi abiti con specchio 1 42 42 5 5
24 Doccia   1 24 24 5 5
25 Banchi scuola elementare 65 30 1950 5 325
26 Sedie scuola elementare 82 10 820 2 164
27 Tavoli macchine da cucire 3 20 60 5 15
28 Proiettori scuola 3 15 45 5 15
               
  TOTALE   464   8726   1110

 

12 agosto 2019 - La scuola elementare di Oberengstringen cambia i tavoli e le sedie. La direzione scolastica ci darà un contributo di 1000 CHF per portare il materiale in Moldavia al gruppo scout del pastore Eduard Edu.

I tavoli e le sedie verranno lisciati e rivernicitai dal gruppo scout e consegnate ad alcune scuole in Moldavia.

I tavoli e le sedie verranno lisciati e rivernicitai dal gruppo scout e consegnate ad alcune scuole in Moldavia.

 

 

Riceviamo la testimonianza da Don Valeriano Giacomelli, sacerdote che si trova a Iasi nel Centro Don Orione di Voluntari.

L’Associazione “Don Orione” ha come fine specifico il sostegno, tramite centri specializzati e progetti mirati, di tutte quelle persone che per il loro essere diversamente abili, anziani, orfani, persone in stato di grande povertà (materiale, umana o spirituale che sia), etc, non sono in grado di avere una vita dignitosa

In una casa a parte c’è infatti un Centro di aiuto ad alcolisti anche in regime residenziale; c’è un’attività con un agglomerato di zingari che vive nelle vicinanze e per i loro bambini è stato aperto un asilo, con la collaborazione delle Suore di Maria Bambina; c’è un oratorio con iniziative e ambienti sportivi aperti ai ragazzi delle vicinanze; c’è anche una casetta con un piccolo nucleo di giovani in difficoltà e bisognosi di aiuto; inoltre, Don Valeriano Giacomelli cura la pastorale degli italiani di Iasi e dintorni, molto numerosi. 

Interventi Umanitari Valposchiavo (IUVP) ha donato 4'500 € per aiutare a costruire la nuova stalla di asini che serve per la terapia ai bambini autistici.

La vecchia stalla era una costruzione provvisoria, troppo vicina alle abitazioni di un condominio, per cui si imponeva la necessità di costruirne una nuova.

Vecchia stalla provvisoria

Grazie anche al nostro (vostro) contributo è stato possibile costruire una nuova stalla, moderna e solifda, lontana dagli edifici abitati:

 

 In questa nuova stalla, con l'aiuto di bambini autistici e delle ragazze orfane, vengono allevati asini, maiali, capre

Vicino alla stalla si è potuto realizzare anche una coltivazione bio in serra

 Don Valeriano ci ringrazia ed esprime tutta la gratitudine del Centro Don Orione verso Interventi Umanitari ValPoschiavo (IUVP). Ci scrive: "abbiamo ancora tante cose da fare e speriamo continuate ad esserci accanto."

L' ASSEMBLEA 2019 si è tenuta venerdì, 8 marzo 2019, ore 20:00, all'Albergo Crameri, 7741 San Carlo con la partecipazione di un numeroso pubblico

Dopo l'introduzione  del presidente che ha salutato in particolare una delegazione venuta dalla Bregaglia e dall'Italia,  è stato letto il protocollo dell'assemblea del  23.02.2018.

Per l'occasione della festa della donna, ad ogni partecipante è stato donato un dipinto originale e diverso fatto da Eliana Fanconi

I rapporti del presidente, dei responsabili della logistica, del cassiere e dei revisori sono stati accettati all'unanimità.

Per le attività previste per il 2019 sono emerse numerose osservazioni da parte dei presenti che hanno fatto anche alcune proposte interessanti.

Per i problemi dovuti allo sdoganamento della merce non si darà più la priorita alla raccolta di materiale ingombrante, ma l'attenzione sarà posta sulla raccolta di materiale particolare richiesto dalle organizzazioni in Romania e Moldavia.

Il Comitato

Durante il mese di dicembre 2018 in tutta la Val Bregaglia il Gruppo ecumenico d’aiuto umanitario ha raccolto le tradizionali ordinazioni delle arance.

Sono state ordinate ben 118 cassette à 10 kg, per un totale di 1180 kg. A metà gennaio il Gruppo ha distribuito a domicilio le arance biologiche provenienti dalla Sicilia. Le arance erano di ottima qualità e sono state molto apprezzate. Il ricavato (fr. 2’626.-) è stato devoluto alla nostra associazione Interventi Umanitari ValPoschiavo (IUVP).

L’azione si è tenuta in collaborazione con Soroptimist Engiadina e con la ditta L. Giuriani + Co. frutta e verdura di Castasegna.

Cogliamo l’occasione per ringraziare il Gruppo ecumenico d’aiuto umanitario e tutta la popolazione della Bregaglia per il loro sostegno.

 

Dopo molte difficoltà finalmente riusciamo ad aiutare la chiesa cristiana evangelica battista di Chisinau in Moldavia

Dopo il crollo dell'Unione Sovietica e la dichiarazione di indipendenza della Moldavia (del 27 agosto 1991), le autorità moldave  hanno rimosso praticamente tutte le restrizioni a cui erano sottoposte le chiese. Ciò ha permesso ai cristiani evangelici di predicare apertamente, organizzare opere per aiutare le famiglie povere con bambini e giovani. Scoraggiati dai valori del vecchio sistema e in un vuoto spirituale, la gente ha iniziato a frequentare le chiese e ad aiutarsi a vicenda.

Tramite la chiesa cristiana evangelica battista di Chisinau siamo riusciti a inviare un autotreno di merce raccolta nella nostra regione che è stata distribuita alle famiglie povere.

Ecco alcuni dei mobili appena scaricati per diverse famiglie

 

Particolarmente apprezzate le stampelle date a un giovane che ha perso una gamba

 

 

Bilancio e conto economico IUVP 2018


ATTIVI           Fr.   Fr.
Conto cassa franchi           164.90
Conto risparmio Banca Cantonale Grigione       1’065.39
Conto per associazioni Banca Cantonale Grigione     12’926.30
Conto cassa Euro     EURO 89.20 à 1.14   101.70
                 
Totale attivi circolanti           14’258.29
                 
PASSIVI              
Patrimonio al 31.12.2017       2’988.10    
Aumento nel 2018       11’270.19    
Patrimonio al 31.12.2018           14’258.29
                 
ENTRATE               Fr.
Donazioni             18’896.05
Donazioni per nostre prestazioni         5’860.00
                 
USCITE         CHF EURO   Fr.
Trasporto in Romania   febbraio   2’550.00   3’002.65
Trasporto in Romania   maggio   2’800.00   3’297.00
Trasferta in Romania   aprile, giugno     1’377.00
Affitto locale Campascio           1’200.00
Spese riparazione, copertoni, freni rimorchio       1’504.50
Diverse altre spese           3’104.71
Avanzo               11’270.19
                 
                24’756.05
            Il cassiere:    
            Achille Olgiati    

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA 2019

Stimati membri e sostenitori dell’Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo

Siete gentilmente invitati all' Assemblea generale Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo 2019

che si terrà:

  • venerdì, 8 marzo 2019, ore 20:00
  • Albergo Crameri, 7741 San Carlo

 

I.  TRATTANDE STATUTARIE

Ordine del giorno:

1. Saluto del presidente

2. Nomina degli scrutinatori

3. Lettura protocollo del 23.02.2018

4. Rapporto presidente

5. Rapporto responsabile logistica

6. Rapporto del cassiere e dei revisori

7. Attività previste per il 2019

8. Varie ed eventuali

Il Comitato

Agli Amici di Interventi Umanitari Valposchiavo,

Tengo ancora a ringraziarvi per gli aiuti che ci avete mandato che, come avevo scritto, sono andati a beneficio di più enti: i nostri ospiti; gli ospiti delle suore di Madre Teresa di Calcutta; gli ospiti di un Centro di recupero fisioterapico situato a Barticesti, nella regione della Moldavia e gestito da sacerdoti diocesani; molte famiglie di bisognosi.

Mi rivolgo nuovamente a voi nella speranza che le raccolte ottenute grazie alle vostre tante iniziative possano permetterci di portare a termine due progetti che ci stanno a cuore, progetti che già parzialmente abbiamo realizzato con l'aiuto di altri benefattori.

Come sapete il nostro Centro ospita persone anziane, diverse di loro sono nipoti o pronipoti di italiani che vennero nell’allora “Eldorado” romeno alla fine dell’ottocento e nel periodo interbellico. Oltre agli anziani ospitiamo anche bambini e giovani diversamente abili, molti dei quali con problemi di autismo. Negli anni abbiamo anche aperto un centro diurno per bambini autistici e con altre patologie per poter aiutare le famiglie con figli affetti da tali malattie. A questo riguardo abbiamo sviluppato un progetto di pet therapy con l’ausilio di asini e caprette che sta dando ottimi risultati. La necessità ora è quella di spostare e ingrandire la stalla in quanto è divenuta piccola ed è troppo a ridosso del Centro. A causa di questo i normali odori, sgradevoli, vanno a disturbare gli ospiti e i vicini che hanno degli uffici prospicienti la stalla e che ci hanno denunciato.

Inoltre, come sacerdoti orionini, ci siamo occupati della cura pastorale, ma non solo, degli italiani residenti in Romania, sia etnici che di nuovo arrivo. Questo tramite le celebrazioni dei sacramenti, negli anni si è arrivati a far si in ben cinque città della Romania vi sia la celebrazione domenicale in Italiano. Abbiamo portato avanti dei progetti di aiuto ad italiani in con difficoltà economiche, seguiamo i carcerati italiani con visite e sostegni vari, abbiamo sviluppato in collaborazione con gli addetti culturali e i lettori delle varie università romene dei progetti culturali, ecc.

Quest’anno, all'interno del Centro, abbiamo quasi terminato di ristrutturare una casetta, grazie anche a dei volontari venuti dall'Italia e a molte famiglie che frequentano la catechesi e le celebrazioni liturgiche. Tale edificio verrà utilizzato per le attività oratoriali aperte sopratutto agli italiani, ma anche ai romeni della zona. Desideriamo far si che il progetto oratorio divenga uno strumento di educazione, ma anche di inclusione.

Alcuni lavori, come accennavo sono già stati fatti, ma avremmo bisogno anche del vostro contributo per poter terminare il tutto.

Questo è quanto siamo riusciti a portare a termine:

  • 1. Strada di accesso e piattaforme per la stalla
  • 2. Edificio dedicato alle attività oratoriali.

Questo è quanto dobbiamo fare confidando nel vostro sostegno:

  • 1. Smontaggio, rimontaggio, ampliamento della stalla.
  • 2. Realizzazione dei terreni da pallavolo, pallacanestro e calcetto.

 

Auguro a tutti ogni bene e vi ringrazio anticipatamente per quanto riuscirete a fare!

Don Valeriano Giacomelli.

 

Stampa, 4 novembre 2018 - Presso la sala mensa della scuola di Stampa si è svolto l’incontro dell’Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo con gli abitanti della Bregaglia

di Paolo Pollio

 Rodolfo Maurizio, sottolineando l’orario delle 15:05, inizia presentando ed introducendo l’incontro. Dopo i saluti e i ringraziamenti di rito passa la parola a Livio Mengotti attuale presidente dell’Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo (IUVP). Livio Mengotti inizia subito ringraziando il gruppo ecumenico della Val Bregaglia che con la vendita delle arance da un sicuro contributo per le attività dell’associazione.

Ricorda che quest’anno l’associazione ha compiuto 25 anni di attività, fondata il 23 aprile del 1993. Raccomanda di prendere qualche fotocopia dei bollettini, perché dice che in questo momento non hanno soldi per stampare nuovi bollettini, ma lo dice con il sorriso come farà più tardi quando racconterà di un furto subito.

Piccolo inconveniente, mentre le chiacchiere vanno il tempo passa e il computer prestato da Marco Giacometti che non doveva andare in stand by, lo fa, e per un momento si vive un piccolo panico, in quanto non si riesce a far ripartire il computer, che dopo un po’ di moine si ripristina e l’incontro può continuare.

Sempre Mengotti presenta il sito dell’associazione www.iuvp.ch dove si possono vedere chi sono le persone che partecipano alle attività sia bregagliotti che poschiavini e dove si può prendere «un certo numeretto» sottolineando con il cursore il codice iban. Parla di uno degli ultimi viaggi che hanno fatto in Romania a favore di un’altra associazione umanitaria «AMURTEL», che si occupa di bambini autistici e con bisogni speciali. La IUVP ha cercato di arredate delle case portando ben 9253 kg di materiali tra materassi, camere intere, tavoli, diversi aspirapolvere, ma anche indumenti, biciclette etc. etc.

Loro di «AMURTEL» vogliono costruire una stalla perché per i bambini autisti vorrebbero intraprendere la terapia con gli asini e Mengotti vorrebbe dare una mano. Racconta con un sorriso, un po’ amaro, che tornati dal viaggio in Romania nelle scuole di Poschiavo c’è stato il furto dei computer. «Abbiamo portato i tavoli, avremmo dovuto portare anche i computer… la prossima volta ci organizzeremo diversamente».

Ora tocca ad Andrea Compagnoni, ex presidente, oramai 90enne, è attualmente socio onorario, che fa un racconto dell’attività durante la guerra che si scatenò nei Balcani a seguito della caduta di Tito. Aiutato da diapositive descrive con molta precisione tutto ciò che la IUVP ha fatto per i migliaia di profughi che scappavano dalle bombe. Insieme a volontari del posto hanno riempito alcune caserme nella città di Pula, in Istria, di persone che avevano bisogno. Sistemando anche gli impianti elettrici o le perdite dai soffitti. In effetti l’attività umanitaria di Compagnoni inizia ai tempi del terremoto del Trentino e ancora oggi in Trentino ci sono delle casette che portano il nome di Coira o di Poschiavo in omaggio ai soccorsi ricevuti.

 

Tanto hanno fatto e tanto ancora c’è da fare. Come per esempio con l’aiuto di Andrea hanno portato i materiali dismessi dall’ex-ambulatorio dentistico e ora sempre in Romania c’è un ambulatorio dentistico nuovo di zecca, grazie anche a due ragazzi rumeni che hanno studiato in Germania e che fanno volontariato dentistico per chi non ha possibilità.

In conclusione si è parlato ancora delle arance e di come potrebbero anche a Poschiavo fare «un’azione arance». Dopo i saluti di Rodolfo chi voleva poteva intrattenersi ancora per prendere un caffè e un pezzo di torta.

Romania, agosto 2018 - Con i mobili che ci avete donato abbiamo potuto contribuire ad arredare un nuovo progetto: “La Casa Vistara”, dell'Associazione Amurtel in Romania.

La missione di AMURTEL è offrire opportunità, speranza e sostegno a bambini e giovani svantaggiati a rischio di esclusione sociale.

I ragazzi con disabilità intellettuali, cresciuti presso AMURTEL Romania ora ricevono una nuova casa.

 

Con i mobili che ci avete donato l'abbiamo arredata:

Questa è una camera.

Arredata con gusto.

Salotto

 

Inoltre parte del materiale che abbiamo inviato (90 m3) è stato distribuito nell villaggio. Amurtel organizza  la distribuzione dei vestiti che ci avete donato a famiglie disagiate della zona.

La filiale rumena di AMURTEL, "Asociatia de Ajutor AMURTEL Romania" è stata fondata nel 1995 da un gruppo di volontari donne locali e internazionali. Dopo aver analizzato i bisogni della Romania post-comunista, AMURTEL si è specializzata nei settori dell'istruzione inclusiva per i bambini con bisogni speciali e dei servizi sociali per i bambini e i giovani abbandonati.

L'organizzazione iniziò inizialmente distribuendo aiuti umanitari agli ospedali e alle case dei bambini statali. I volontari di AMURTEL sono stati toccati dalla condizione dei bambini abbandonati in istituzioni statali negligenti e la fornitura di aiuti temporanei non è stata in grado di avere un impatto significativo sulla qualità della vita a lungo termine per i bambini abbandonati dalle famiglie.

In questa casa viveva la famiglia di un bambino che ora è presso l'Asociatia de Ajutor AMURTEL

Questo ha portato alla decisione di aprire una casa alternativa più piccola e familiare dove può essere creato un ambiente più olistico, amorevole e creativo. Inizialmente, c'erano dieci bambini, che sono stati estesi a 20 nel 2001 e ora sono molti di più in diverse strutture.

Questa è la casa Amurtel a Bucarest

 

Su richiesta dell'organizzazione il 28 maggio 2018 abbiamo spedito il seguente materiale:

 

No Descrizione   Colli Kg Tot. Kg
         
1 Letto singolo   22 60 1320
2 Letto doppio   2 110 220
3 Camera  completa   5 180 900
4 Materasso semplice   7 12 84
5 Materasso doppio   6 22 132
6 Comodino singolo   6 12 72
7 Comodino doppio   1 24 24
8 Comò   6 24 144
9 Armadio camera   4 45 180
1O Armadio salotto   9 75 675
11 Piccoli mobili   14 20 280
12 Gruppo divano   2 65 130
13 Poltrona   14 22 308
14 Divano letto doppio   1 90 90
15 Sedie   15 5 75
16 Armadio cucina   1 45 45
17 Aspirapolvere   1 6 6
18 Lucidatrice    1 7 7
19 Tavoli   2 35 70
20 Tavoli salotto   9 48 432
21 Biciclette   2 18 36
22 Lavandini   3 21 63
23 Scatole stoviglie   20 28 560
24 Scatole giocattoli   10 16 160
25 Scatole indumenti   180 18 3240
         
Totale       9253

 

Una parte del carico è andata più a nord di Bucarest alle suore di Maria Teresa di Calcutta

Con un furgone parte del materiale è stata portata a Buzau presso le suore di Maria Teresa di Calcutta:

Due volontari di Amurtel aiutano a distribuire il materiale

Il nostro Vicepresidente (sulla destra) è andato a Buzău ad accompagnare il materiale per le suore di Madre Teresa di Calcutta.

 

 

 

Questa primavera, in occasione delle rappresentazioni della commedia «Sal e péar», scritta in dialetto poschiavino e con la regia dei due attori di lungo corso, Valerio Lanfranchi e Urbano Crameri, il Gruppo Teatro Pus’ciavin di Coira ha raccolto 2’037 franchi a favore della nostra associazione.

Ringraziamo il Gruppo Teatro Pus’ciavin di Coira e i suoi spettatori, perché hanno fatto un bel gesto nei confronti della nostra associazione, che presta il rimorchio per trasportare le quinte e tutto il materiale necessario durante la tournée.

 

Il Gruppo Teatro ora fa una pausa di un anno e cerca nuovi attori per preparare il prossimo pezzo teatrale. Chi avesse interesse (poschiavini residenti a Coira e dintorni) possono annunciarsi al coordinatore Erwin Menghini, Andrau 9, 7013 Domat Ems, tel. 081 382 13 27.

Nella tournée di questa primavera gli spettatori hanno versato generosamente l’importo di 2’037 franchi a favore della nostra associazione.

Con questi importi e quelli di molti altri generosi contribuenti stiamo organizzando un trasporto di materiale raccolto nelle nostre valli verso la zona di Bacau al nord della Romania.

Il viaggio di 2’000 km con un articolato di 90 m3 ci costerà circa 4’000 franchi. La merce verrà distribuita nella zona tramite associazioni caritatevoli che operano sul posto.

Per chi volesse contribuire con donazioni:

Banca Cantonale Grigione
7001 Coira
IBAN: CH83 0077 4000 3624 9000 0
Interventi Umanitari Valposchiavo
7742 Poschiavo
Conto 70-216-5

Per donare materiale o merce in buono stato telefonare a:

  • Roberto Crameri per il Comune di Poschiavo, telefono 081 844 11 01
  • Severino Passini per il Comune di Brusio, telefono 081 846 55 25
  • Rodolfo Maurizio per il Comune di Bregaglia, telefono 081 824 33 65

 

Il 2018, a 25 anni dalla fondazione di Interventi Umanitari Valposchiavo (IUVP) che si avvale della collaborazione del Gruppo ecumenico d’aiuto umanitario attivo in Bregaglia, non poteva non iniziare all’insegna della continuità

Infatti già in febbraio un articolato è partito per la Romania per rifornire di materiale di prima necessità il “Piccolo Cottolengo” gestito dall’ Associazione Don Orione, vicino a Bucarest, che raccoglie persone svantaggiate bisognose di continua assistenza.

L’attuale raccolta è destinata ancora alla Romania e alla Moldavia - un autocarro stracarico partirà a giorni - dove gli aiuti vanno a buon porto, come dimostra l’istallazione dello studio dentistico smontato presso il nostro Centro sanitario a Flin.

Il Gruppo ecumenico d’aiuto umanitario raccoglie capi di abbigliamento di ogni genere per adulti, ragazzi e bambini, biancheria da letto (anche cuscini e piumoni), coperte, tendaggi, stoffe, calzature, biciclette, giocattoli, materiale scolastico, letti e mobili selezionati.

Anche contributi in denaro per finanziare le spese di trasporto sono ben accetti e possono essere versati sul conto intestato a

Banca Cantonale Grigione
7001 Coira
IBAN: CH83 0077 4000 3624 9000 0
Interventi Umanitari Valposchiavo
7742 Poschiavo
Conto 70-216-5

Il materiale, in buono – ottimo stato, deve essere assolutamente consegnato in SCATOLE con indicazione del contenuto. Gli indumenti vanno suddivisi secondo la destinazione: uomo / donna / ragazzi-e / bambini-e, o il contenuto: coperte, giocattoli ecc.

Consegna entro venerdì 27 aprile 2018 alle seguenti persone, disposte a darvi ulteriori informazioni:

  • Tosca Giovanoli-Wazzau, Soglio
  • Carmen Giorgetta-Pellicioli, Castasegna
  • Manuela Marazzi-Rogantini, Bondo/Promontogno
  • Liane Ruinelli-Giovanoli, Stampa
  • Pastore Stefano D’Archino, Borgonovo
  • Annalisa Crüzer-Pozzoli, Borgonovo
  • Pastora Simona Rauch, Vicosoprano
  • Chiara Giovanoli-Giuriani, Vicosoprano
  • Nadia Crüzer, Vicosoprano
  • Lucia Nusser-Maurizio, Casaccia
  • Rodolfo Maurizio-Ghilardi, Maloggia/Maloja

Ringraziamo sentitamente già sin d’ora per il vostro prezioso sostegno.

Aprile 2018, Gruppo ecumenico d’aiuto umanitario della Bregaglia

Poschiavo, 26.03.2018 - In occasione dei 25 anni il Grigione Italiano web ci ha dedicato un video

Clicca qui o sul video per vederlo

Le Prese, 23 febbraio 2018 - In occasione dell’Assemblea annuale dell’Associazione Interventi umanitari Valposchiavo (IUVP) avvenuta all’Hotel La Romantica il 23 febbraio 2016 è stato ricordato l’impegno dei poschiavini e dei bregagliotti nel soccorrere i profughi delle guerre nei balcani.

L’Associazione IUVP è stata creata 25 anni fa per poter intervenire in caso di catastrofi naturali, di eventi bellici e di altre situazioni di emergenza per aiutare i bisognosi.

Nel suo rapporto all’Assemblea il presidente Livio Mengotti ha ricordato che il 2017 per l’IUVP è stato un anno caratterizzato da cinque spedizioni di pesanti automezzi carichi di merci destinate alle famiglie povere in Romania e in Moldavia.

Un momento dell’Assemblea

Grazie al supporto finanziario da parte di tanta gente e alla disponibilità di molte volontarie e volontari è stato possibile raccogliere, immagazzinare e controllare merce di ogni tipo, per poi caricarla su grandi camion che sono partiti per i paesi dell’Est.

Nella nostra società del benessere molti mobili nelle nostre case vanno a finire in discarica, perché sostituiti da mobilia nuova, così pure biciclette, vestiti e altro materiale. Il team di raccolta di IUVP con il rimorchio sottostante raccoglie il materiale nella Valposchiavo, in Bregaglia, in Engadina e anche a Livigno e lo deposita nel magazzino Iseppi di Campascio. Soprattutto in occasione di traslochi in appartamenti più piccoli, o per il restauro di case, in cui necessita fare posto, il team IUVP interviene e prende in consegna la merce, che deve essere però in buono stato.

IUVP chiede un contributo per poterla spedire alle famiglie che vivono in povertà.

Rimorchio IUVP con logo per raccogliere il materiale

Nel 2017 l’Associazione ha ricevuto donazioni e contributi per 20’537 franchi e ha avuto spese per 29’860, quindi l’anno si chiude con un disavanzo di 9’323 franchi. Nonostante il disavanzo prevedibile IUVP a voluto donare 3'000 franchi al Gruppo di Intervento Umanitario in Bregaglia per solidarietà dopo la frana di Bondo.

Da ricordare come eventi particolari, oltre alla cinque spedizioni di materiale, l’intervento in Abruzzo, dove dopo il terremoto sono arrivati anche due metri di neve e il 18 gennaio 2017, presso Rigopiano, una slavina ha investito un albergo causando 29 vittime. Il Vicepresidente IUVP si è recato una settimana in Abruzzo assieme ad altri volontari della Svizzera italiana ad aiutare a sgomberare le strade con mezzi meccanici.

Pure da citare il progetto travagliato per installare in Moldavia lo studio dentistico proveniente dalla Bregaglia. Dopo molte peripezie IUVP è riuscito a installarlo nel carcere di massima sicurezza a 100 km a nord di Chisinau, dove oltre 300 ergastolani erano senza cure dentistiche.

La parte più emozionante dell’Assemblea è stata la proiezione di diapositive del Presidente Onorario Andrea Compagnoni, in ricordo di 25 anni di interventi umanitari, in particolare durante le guerre balcaniche, che hanno causato migliaia di vittime e indicibili sofferenze.

IUVP è riuscito ad alleviare con il suo contributo una piccola parte di queste sofferenze e questo grazie al contributo volontario e gratuito di molti collaboratori, citati durante la proiezione. Il Presidente onorario ha chiuso la proiezione con l’immagine della bambina Iwanka, rimasta orfana e finita insieme ai profughi della guerra in una caserma a Pula. Iwanka attendeva sempre l’arrivo dei volontari IUVP a cui si era affezionata. Oggi non sappiamo dove sia Iwanka, ma sappiamo che abbiamo contribuito ad alleviare le sue sofferenze.

L’IUVP fa parte delle associazioni non profit, riconosciute anche dall’ Ufficio Imposte del Canton Grigioni, per cui i contributi versati possono essere detratti dal reddito.

Per chi volesse contribuire alla continuazione di questa opera umanitaria con donazioni:

Banca Cantonale Grigione
IBAN: CH83 0077 4000 3624 9000 0
Interventi Umanitari Valposchiavo
7742 Poschiavo
Conto 70-216-5

Per donare materiale o merce in buono stato:
Comune di Poschiavo, telefono 081 844 11 01 (Roberto Crameri )
Comune di Brusio, telefono 081 846 55 25 (Severino Passini)
Comune di Bregaglia, telefono 081 824 33 65 (Rodolfo Maurizio)

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA 2018

Stimati membri e sostenitori dell’Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo,

Siete gentilmente invitati all' Assemblea generale Associazione Interventi Umanitari Valposchiavo 2018

che si terrà:

  • venerdì, 23 febbraio 2018, ore 20:00
  • Albergo La Romantica, 7746 Le Prese

I.  TRATTANDE STATUTARIE

Ordine del giorno:

1. Saluto del presidente

2. Nomina degli scrutinatori

3. Lettura protocollo del 17.03.2017

4. Rapporto presidente

5. Rapporto responsabile logistica

6. Rapporto del cassiere e dei revisori

7. Attività previste per il 2018

8. Varie ed eventuali

 

II. I 25 ANNI DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE

Presentati da Andrea Compagnoni socio onorario.

Nell’attesa di incontrarvi vi salutiamo cordialmente

 

Il Comitato